I Fumetti della Resistenza

Copertina
16 giovani illustratori
per 8 giovani partigiani

Prima pagina :: Storia :: Storia territorio :: I luoghi della memoria

 

Milano, Zona 3 - Porta Venezia, Città Studi, Ortica, Lambrate

 

Il contributo della gente dai quartieri, dalle fabbriche, dalle scuole e dalla Università in quella che oggi è la Zona 3 di Milano fu determinante.
7 gennaio 1944: cadeva in Montenegro il tenente Pierfrancesco Bonetti al quale è stata assegnata la Medaglia d'Oro della Resistenza ed è stata intitolata la scuola elementare di via Tajani.
4 febbraio 1944: cadeva a Roma il prof.Gianfranco Mattei , Medaglia d'Oro della Resistenza, docente al Politecnico di Milano e al quale è intitolata un'aula all'interno della Facoltà in piazza Leonardo da vinci.
Marzo 1944: durante gli scioperi vennero arrestati 12 operai della fabbrica Innocenti di Lambrate che morirono nei campi di concentramento tedeschi. Una lapide li ricorda nell'atrio della Camera del Lavoro di Lambrate di via Conte Rosso.
Sempre in occasione degli scioperi del marzo '44 numerosi tranvieri vennero arrestati e deportati in Germania, da dove non fecero più ritorno. Due lapidi li ricordano all'interno del deposito ATM di via Teodosio.
10 agosto 1944: vennero fucilati in piazzale Loreto quindici antifascisti. Sul luogo della fucilazione sorge il monumento che ricorda i 15 Martiri.
7 settembre 1944: venne fucilato a Inzago il prof. Quintino Di Vona, insegnante al Liceo Carducci, al quale è intitolata la scuola media di via Lulli.
Non bisogna poi dimenticare il sacrificio di tutti gli altri, che portarono a 168 il numero dei Caduti per la Libertà della Zona 3.