I Fumetti della Resistenza

Copertina
16 giovani illustratori
per 8 giovani partigiani

Prima pagina :: Ricorrenze :: Ricorrenze nazionali :: 70° anniversario dell'eccidio di Leverogne

Sabato 13 settembre 2014
Viaggio della memoria a Leverogne (frazione del Comune di Arvier) – Val d’Aosta

foto del monumento che ricorda l'eccidio di LeverogneSono passati 70 anni dall’eccidio di Leverogne, avvenuto il 13 settembre 1944, quando 13 uomini innocenti furono arrestati e uccisi dai militi del battaglione fascista “IX settembre” posto di stanza nel villaggio per proteggere il ponte della ferrovia da eventuali sabotaggi partigiani.
Nella notte tra il 12 e il 13, due militi in servizio che attendevano invano di essere sostituiti dai camerati, spazientiti, spararono due colpi di mortaio.
I commilitoni, credendo ad un attacco partigiano, risposero al fuoco, uccidendoli entrambi.
Per coprire le loro responsabilità, i fascisti denunciarono un attacco partigiano. Il comando tedesco ordinò di catturare tutti gli uomini del villaggio.
Tredici uomini furono allineati sullo spiazzo antistante l’ Hotel du Mont per essere fucilati. Solo uno riuscì a fuggire, buttandosi a capofitto lungo il pendio, scampando ai colpi esplosi dai militi. Una volta riprese le forze, formò un gruppo partigiano e, nel dopoguerra, venne eletto Sindaco per diversi anni. Per le altre 12 vittime non ci fu scampo.
Nel frattempo vennero dati alle fiamme, oltre a Leverogne, i villaggi limitrofi di Chez-les-Galin e Rochefort.
La tragedia si consumò inesorabilmente con un bilancio molto pesante per una comunità così piccola: 13 uomini uccisi ( il tredicesimo fu un contadino mitragliato mentre stava lavorando nei campi ), 50 case distrutte, altre 25 gravemente danneggiate, 29 famiglie senza tetto tra cui 38 bambini. Irrimediabilmente compromessi: il raccolto, le scorte alimentari, gli arredi, gli attrezzi agricoli.
Sul luogo dell’eccidio è stato costruito il più allegorico del monumenti: una colonna spezzata e la via principale si chiama “13 settembre”.
La popolazione del luogo, quest’anno, ha voluto ricordare il settantesimo anniversario con particolare intensità e partecipazione presentandosi numerosa alla Messa, alla cerimonia ufficiale e alle spettacolo pomeridiano che rievocava la tragedia.
Questo, condotto con particolare bravura nelle vie del villaggio, ha coinvolto, emozionato, commosso tutti gli spettatori presenti e ha reso indimenticabile il ricordo della giornata.
Su questi luoghi abbiamo reso omaggio alle vittime, portando, come A.N.P.I. della Zona 7, la nostra presenza, le nostre parole, i nostri piccoli omaggi.
In cambio abbiamo ricevuto: accoglienza, attenzioni, emozioni e una splendida giornata di sole.

Silvana Schiavi
Coordinatrice ANPI Zona 7

Manifestazione a Leverogne - Val d'Aosta