I Fumetti della Resistenza

Copertina
16 giovani illustratori
per 8 giovani partigiani

Prima pagina :: Pietre d'Inciampo :: Dove sono? Elenco delle Pietre d'Inciampo :: Famiglia REINACH, Famiglia DE BENEDETTI

 

Ernesto REINACH - nato a Torino il 30/1/1855 - arrestato a Milano nel novembre 1943 - morto il 7/12/1943 durante il trasporto verso Auschwitz.
Ugo DE BENEDETTI - nato a Torino il 17/8/1893 - arrestato a Milano nel novembre 1943 - morto ad Auschwitz in data ignota.
Etta DE BENEDETTI REINACH - nata a Milano il 6/6/1904 - arrestata a Milano nel novembre 1943 - morta ad Auschwitz in data ignota.
Piero DE BENEDETTI - nato a Milano il 5/10/1928 - arrestato a Milano nel novembre 1943 - morto ad Auschwitz in data ignota.

Pietra d’Inciampo in Via De Togni 10.

Ernesto Reinach nasce a Torino il 30 gennaio 1855 da una famiglia originaria della Prussia Orientale. Sposa nel 1890 Irma Pavia, da cui ha sei fi gli. Maria Antonietta (Etta) Reinach, nasce a Milano il 6 giugno 1904, ultima dei sei figli di Ernesto Reinach.
Ugo De Benedetti nasce a Torino il 17 agosto 1893. Nel 1928 sposa Maria Antonietta Reinach, da cui ha due figli Giancarlo e Piero.
Piero De Benedetti nasce a Milano il 5 ottobre 1929, figlio di Ugo De Benedetti ed Etta Reinach.

Ernesto Reinach fonda a Milano la “Ernesto Reinach” società commerciale
che in seguito concentra la sua attività nei lubrifi canti con il marchio Oleoblitz. Tale azienda diventa ben presto un importante riferimento industriale a Milano ed in Italia. Ugo De Benedetti, avvocato molto noto a Torino, si trasferisce a Milano dopo il matrimonio e diventa il legale di riferimento dei maggiori gruppi industriali e bancari.
Piero De Benedetti è un ragazzo che frequenta con profi tto la scuola svizzera, con una grande passione per l’astronomia. Tutti sono arrestati nel novembre 1943 a Torriggia (CO) e condotti a S. Vittore: saranno deportati con il trasporto 12 (numerazione I. Tibaldi) che parte dal Binario 21 di Milano il 6 dicembre 1943. Ernesto Reinach, di anni 88, muore durante il trasporto. Etta De Benedetti Reinach, Ugo De Benedetti e Piero De Benedetti arrivano ad Auschwitz l’11 dicembre 1943 e non se ne ebbe più alcuna notizia: con ogni probabilità furono destinati immediatamente alle camere a gas.