I Fumetti della Resistenza

Copertina
16 giovani illustratori
per 8 giovani partigiani

Prima pagina :: Pietre d'Inciampo :: Dove sono? Elenco delle Pietre d'Inciampo :: Otto POPPER

 

Nato a Vienna il 6/10/1915 - arrestato a Milano il 24/1/1944 - morto a Linz il 25/10/1944.

Pietra d’Inciampo in Via Mengoni 2.

Otto Popper nasce in Austria a Vienna il 6 ottobre 1915, da padre ebreo e madre ariana. Si laurea in giurisprudenza nel 1938 all’Università di Vienna A seguito delle leggi razziali fugge a Milano, dove risiede in Via Mengoni 2, ed avvia una prospera attività commerciale di import-export con Giuseppe Speroni ed altri. Arrestato nel dicembre 1943 e rinchiuso nel carcere di S. Vittore, si è prodigato ad assistere e aiutare i detenuti, con l’ausilio, fuori dal carcere, dell’amico Speroni, con il quale comunica con “bigliettini”. Per la sua opera è chiamato “L’angelo di S. Vittore”, come da articolo sul giornale L’Azione del Popolo del 26 maggio 1945. Viene deportato a Fossoli e poi nel campo di concentramento di Mauthausen, dove continua ad aiutare ed assistere gli altri deportati. La sua dedizione è descritta in Enea Fergnani - Un uomo e tre numeri - Speroni Ed. - Milano, 1945 Otto Popper muore a Linz il 25 ottobre 1944, lasciando la moglie Arianne Dufaux e due figli, Michele e Federico.