I Fumetti della Resistenza

Copertina
16 giovani illustratori
per 8 giovani partigiani

Prima pagina :: Pietre d'Inciampo :: Dove sono? Elenco delle Pietre d'Inciampo :: Franco ROVIDA

 

Franco RovidaFranco Rovida. Dedica gli anni della sua giovinezza alle attività di oratorio e alla formazione cristiana dei ragazzi. Già nel primo dopoguerra aderisce al movimento di “Avanguardia Cattolica”.
Avvia una tipografia in Viale Campania 17. Nel 1937 sposa Antonietta Guzzelloni, vedova con una figlia, ed a loro volta hanno una figlia, Maria Luisa.

Da sempre oppositore del regime fascista, nel 1944 si offre di stampare un giornale clandestino, “Il Ribelle”, quando i redattori, Teresio Olivelli, Carlo Bianchi, Claudio Sartori, Enzo e Rolando Petrini, don Giovanni Barbareschi, hanno dovuto lasciare la tipografia originale di Brescia.
Viene arrestato il 9 maggio 1944 e tradotto a S. Vittore. Un mese dopo, il 9 giugno è inviato a Fossoli, dove viene utilizzato come tipografo probabilmente con gli stessi suoi macchinari, sequestratigli a Milano. Con lo smantellamento di Fossoli è trasferito a Bolzano, ancora con mansioni di tipografo; il 14 dicembre 1944 è deportato a Mauthausen.
Luogo di posa della Pietra d’Inciampo: Piazzale Cuoco, 7 - 20137 MILANO - Municipio 4