I Fumetti della Resistenza

Copertina
16 giovani illustratori
per 8 giovani partigiani

Prima pagina :: Eventi :: Eventi Zona 3 :: Enrico Wieser ci ha lasciato

Enrico WieserDopo un mese di lotta contro il coronavirus, Enrico Wieser ci ha lasciato. 

Ci conoscevamo da circa vent'anni. Enrico era stato Presidente della Sezione Anpi Ortica, negli anni in cui ero coordinatore della Zona 3 dell'Anpi. Il suo precedessore era Tullio Zecchi, un nome importante nel sindacato milanese, che ricordo sempre con grande affetto. 

Ad un certo punto Zecchi mi comunica di essere in procinto di dare le dimissioni, perché voleva rinnovare la sua Sezione. La cosa mi aveva preoccupato sia per la stima nei confronti di Zecchi, sia perché non mi aveva rivelato il nome del suo successore. Zecchi però mi aveva rassicurato: vedrai che ti troverai benissimo. La persona scelta era Enrico Wieser, con il quale ho avuto uno straordinario rapporto di collaborazione nel corso degli anni. Numerose sono state le iniziative intraprese con la sua Sezione, con la 25 Aprile, con la Sezione Gasparotto di Porta Venezia, in zona 3, e con il Consiglio di Zona.

Mi ricordo che con Wieser mi recavo sempre, nei giorni che precedono il 25 aprile, alla ex Innocenti di via Rubattino, per ricordare i 15 lavoratori di quella fabbrica deportati a seguito dello sciopero generale del marzo 1944, dodici dei quali non fecero più ritorno dai lager nazisti.

Wieser era una persona profondamente impegnata sulle tematiche della Memoria, della Resistenza, della deportazione e sulla ricerca storica sui fatti accaduti nel quartiere Ortica nel corso della Seconda guerra mondiale e della Liberazione.

Con Enrico perdo un amico, una persona di grande equilibrio, con cui ci si poteva tranquillamente confrontare e confidare.

Roberto Cenati - Presidente ANPI Comitato Provinciale di Milano