Guido Zamatto e Livia Bianchini ZamattoGuido ZAMATTO, Livia BIANCHINI ZAMATTO.

Poche le informazioni ad oggi disponibili. Guido Zamatto è figlio di Anselmo Zamatto ed Ida Rubini. Viene arrestato a Milano nel maggio 1944 e da qui inviato a Fossoli, come campo di transito, infatti già il 16 maggio 1944 è deportato ad Auschwitz dove supera la selezione iniziale, ma muore dopo il dicembre 1944.
Livia Bianchini è sposa di Leone Zamatto: è ragionevole supporre quindi sia la nonna di Guido. Nonostante l’età (79 anni) viene arrestata, sei mesi dopo il nipote, e tradotta a S. Vittore: le condizioni di salute e lo stato di detenzione sono incompatibili e muore nello stesso carcere di S. Vittore nel gennaio 1945.

Luogo di posa della Pietra d’Inciampo: Via C. Correnti, 12 - 20123 MILANO - Municipio 1